SÌ alla legge sul cinema

SÌ alla Legge sul Cinema

Coloro che proiettano film e serie in Svizzera attraverso piattaforme di streaming molto lucrative, così come i canali televisivi stranieri, dovrebbero anche investire in Svizzera: Questo è il significato della nuova legge sul cinema approvata dal Consiglio nazionale e dal Consiglio degli Stati.

Le emittenti televisive svizzere sono già obbligate a investire il 4% delle loro entrate in film e serie svizzere. In futuro, le piattaforme internazionali di streaming e le finestre pubblicitarie straniere dovrebbero investire anche in Svizzera.

Marco Romano, PPD

Marco Romano, PPD

Consigliere nazionale PPD/TI

«La legge sul cinema porta benefici diretti ai nostri produttori cinematografici e valorizza il nostro territorio - senza gravare sulle casse dello Stato. Io ci credo e voto SÌ a tutela della produzione elvetica!»

Un «SÌ alla Legge sul Cinema» per più Serie, più Film, più Svizzera!

Investimenti in Svizzera anziché un deflusso di fondi all’estero

Le piattaforme di streaming internazionali guadagnano parecchio in Svizzera. Oggi tutti questi introiti defluiscono all’estero. La nuova legge sul cinema prevede che per lo meno una piccola quota parte del 4% venga investita in Svizzera, anziché prevalentemente in produzioni americane. A differenza di altri Paesi, non sarà riscossa una tassa o un’imposta speciale, ma sarà richiesto un investimento in Svizzera.

Una maggiore scelta e più Svizzera per tutti noi

La nuova legge sul cinema renderà possibile realizzare più contenuti cinematografici vicini alla nostra vita, alla nostra cultura e al nostro Paese. Più Svizzera nei film e nelle serie significa rafforzare la nostra identità. Avrete così a disposizione una scelta molto più vasta anche per le vostre nuove serie preferite.

Pari opportunità per la Svizzera

I nostri Paesi limitrofi hanno già sancito nelle proprie legislazioni nazionali obblighi d’investimento per i fornitori di film e serie. La Svizzera deve poter competere a livello internazionale e deve continuare ad essere presa in considerazione nelle coproduzioni. Per questo anche in Svizzera occorre un obbligo d’investimento per le piattaforme streaming estere. Altrimenti la Svizzera sparirà dai nostri piccoli e grandi schermi!